• Festa della Liberazione

    Festa della Liberazione

    Quest'anno Arci dedica alle donne la Festa della Liberazione, a 70 anni dalla prima volta che...
  • MantovaJazz 2015

    MantovaJazz 2015

    Dal 16 ottobre al 19 dicembre si terrà quest'anno la 34^ edizione di MantovaJazz, che propone...
  • 5x1000 all'ARCI

    5x1000 all'ARCI

    Sostieni l’Arci e i suoi progetti con il 5 per mille sull’IRPEF!

In un’aula semideserta si è concluso l’iter di approvazione della riforma costituzionale. Siamo consapevoli che la seconda parte della Costituzione ha bisogno di modifiche per aiutare un processo di riavvicinamento tra i cittadini e la politica ma la necessità di una riforma non può indurre ad accettare qualsiasi proposta. Questa riforma non ci piace: c’è stata una sorta di tradimento di uno dei punti fondanti della democrazia costituzionale nel momento in cui si è voluto riformare la Carta con una iniziativa del Governo, e non del Parlamento. E non ci è parso un buon esercizio nemmeno brandire ‘mediaticamente’ la riduzione dei costi della politica come uno dei motivi principali per il superamento del bicameralismo perfetto. Ma quel che consideriamo più negativo è l’abbinamento di questa riforma a una legge elettorale come l’Italicum: tramite questo combinato, il rischio di un accentramento di poteri nelle mani del Governo diventa realtà, e si sceglie di privilegiare la cosiddetta governabilità a scapito della rappresentanza e della centralità del Parlamento. L’intero impianto insomma si fonda sull’idea di una democrazia decidente, che potrà comprimere ulteriormente la partecipazione e la volontà dei cittadini.

Il 20, 21 e 22 maggio per gli amanti del teatro l’appuntamento è a San Benedetto Po con la Fiuma, il primo Festival del teatro di figura, a cui collaborerà anche il circolo Arci Primo Maggio nell’ospitalità degli artisti e nella promozione di street food per tutto il tempo della manifestazione. La manifestazione prenderà avvio venerdì 20 alle 17.30 con l’inaugurazione della galleria dedicata al teatro di figura popolare e, fino a domenica pomeriggio si susseguiranno spettacoli per grandi e piccini. Il calendario completo della manifestazione lo trovate qui.
INFO: www.facebook.com/arciprimomaggiosanbenedettopo 

Domenica 8 maggio il circolo darà il proprio contributo all’interno dell’ottava Festa degli Aquiloni con un laboratorio di costruzione aquiloni per bambini. Oltre a questo, sarà presente uno stand di birre artigianali del Teatro delle Birre e alle 18.30 si terrà il concerto dei Glazunov, oltre a dj set, spettacoli di giocoleria e mangiafuoco. Il volantino col programma completo lo trovate qui. Venerdì 13 maggio alle 22 il Fuzzy migrerà invece al Tom per una serata Rumore (che non si può fare in via Goldoni!). Questa sperimentazione ibrida di nuove collaborazioni vedrà salire sul palco i Komitato, ovvero la selezione musicale più temuta dai vicini del Fuzzy, i Socks Love aka Maroz Dj e After Bella Storia aka Ami Dj. Ingresso gratuito con tessera Arci.
INFO: www.facebook.com/arcifuzzy 

Il 10 maggio 1933, nell'Opernplatz a Berlino, i nazisti fanno un grande rogo dei libri non graditi alla loro folle ideologia. Un atto simbolico di annientamento di culture quale premessa a ciò che da lì a poco sarebbe stato: l'annientamento e la sottomissione di altri popoli per la conquista del mondo. In occasione del prossimo 10 maggio, Arci promuove a livello nazionale una serie di iniziative in contemporanea in tutta Italia per la promozione della lettura. Anche a Mantova, al circolo Arci Salardi sarà possibile partecipare alla manifestazione martedì 10 maggio alle 18: in quell’occasione numerosi intellettuali e scrittori mantovani leggeranno testi per ricordare il passato ma anche per affermare il valore anche simbolico del libro inteso come libertà e possibilità di espressione di idee e di pensiero, contro ogni censura. In questo senso No Rogo diventa la metafora dei tanti no che vogliamo dire come quello alle guerre e alle intolleranze per ribadire invece un deciso sì ad un mondo solidale e disarmato.
INFO: www.facebook.com/ArciSalardi 

“Con gli occhi di Enea”, la mostra fotografica realizzata da Arci Mantova nell’ambito del progetto Sprar della Provincia di Mantova, prosegue il suo itinerario di sensibilizzazione e, dopo il Comune di Guidizzolo, si sposta a Castiglione delle Stiviere, negli spazi del circolo Arci Dallò, fino a fine maggio. La mostra, una narrazione per della vita a Mantova dal punto di vista dei rifugiati, ha lo scopo di raccontare in modo rispettoso la realtà dell’accoglienza, di chi cerca nel nostro paese riprendere in mano le redini del proprio destino e di ricostruirsi una vita. L’idea progettuale è scaturita da Silvia Talarico, appassionata fotografa e volontaria del circolo Arci Virgilio che ha collaborato con i beneficiari nella realizzazione del reportage. Il risultato sono 20 foto: 15 in bianco e nero realizzate da Silvia Talarico e 5 a colori di alcuni “Enea” mantovani.

Anche dopo il 25 aprile continuano le celebrazioni della Liberazione dal Nazifascismo con una giornata partigiana di festa, film e incontri. Domenica 8 maggio alle 17.30 al Cinema del Carbone Massimo Zamboni presenterà il suo libro “L’eco di uno sparo”, intervistato da Marco Cerri. Alle 19.30 rinfresco per tutti e, alle 21, proiezione del film “Il nemico, un breviario partigiano” di Federico Spinetti con presentazione di Massimo Zamboni. Ingresso libero e gratuito. L’evento è organizzato da Arci Mantova, Cinema del Carbone, Anpi Mantova, Arci Virgilio e Cgil Mantova. La locandina dell’evento la trovate qui.
INFO: 0376 369860 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.ilcinemadelcarbone.it 

Mantova Jazz 2015 si è concluso da qualche mese e già fervono i preparativi per l’edizione 2016 che si avvia ad essere sempre più “digital” e “social”. Da adesso sarà infatti possibile essere sempre aggiornati sugli eventi della rassegna grazie alla applicazione per smartphone omonima, che è ricca di foto, contenuti e notizie sulla rassegna. Attualmente è disponibile solo per Android (a questo indirizzo https://play.google.com/store/apps/details?id=com.becomitalia.mantovajazz) ma a breve la potrete trovare anche su Apple Store. La realizzazione dell’applicazione è stata resa possibile dal progetto “Link: strategie e reti per un nuovo pubblico” finanziato da Fondazione Cariplo con lo scopo di trovare nuove modalità e approcci per avvicinare soprattutto i giovani a generi musicali generalmente considerati elitari come il jazz e la musica classica. L’applicazione verrà aggiornata e migliorata per segnalare non solo gli eventi jazz del Festival, ma anche quelli importanti che si svolgeranno durante l’anno nei club e nei teatri, comprese le masterclass e le lezioni concerto.
INFO: www.mantovalink.it - www.mantovajazz.it 

L'Arco e le Pietre

Campagna tesseramento 2016

Sala Prove e Studio Registrazione

Scarica l'APP di Arci

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito