• ArciFesta anno X

    ArciFesta anno X

    Il programma completo e tutte le info qui.
  • Campagna Tesseramento 2018/2019

    Campagna Tesseramento 2018/2019

    Più cultura meno paura: dal primo ottobre parte la campagna adesioni.
  • 5x1000 all'ARCI

    5x1000 all'ARCI

    Sostieni l’Arci e i suoi progetti con il 5 per mille sull’IRPEF!

Ha preso il via la campagna fiscale 2017 per i contribuenti italiani, che proprio in questi giorni è entrata nel vivo con tante conferme (come per esempio le detrazioni per le ristrutturazioni) e alcune novità tra cui l’aumento del bonus scuola fino ad un massimo di 564 euro; l’aliquota ridotta al 10% per i premi di risultato; agevolazioni per famiglie con disabili e badanti e diverse forme di semplificazione per la detrazione di spese mediche. Dal punto di vista simbolico forse però la campagna fiscale 2017 sarà ricordata per l’introduzione della figura de «l’unito civilmente a carico» che grazie alla Legge nr° 76 del 20/05/17 (cosiddetta Legge Cirinnà) è stato equiparato allo status del coniuge. Un grande passo in avanti in termini di civiltà e laicità per il nostro Paese da cui derivano anche significativi effetti ai fini fiscali. Per la prima volta dalla sua istituzione (2006) lo strumento del 5xMILLE registra un calo di donazioni e donatori nel campo sociale. Da una raccolta di valore economico pari a 16,6 milioni di euro nel 2014 si passa nel 2015 a 16,3 milioni di euro a fronte di una riduzione di 343mila donatori su un totale di 16.297.009 sottoscrittori. 140mila sottoscrittori in meno solo per il segmento onlus. Ciò detto il 5XMILLE rimane uno strumento dalle grande potenzialità che rende possibile esercitare una scelta di libertà fiscale che non toglie niente al contribuente, ma che sulla base del riconoscimento del valore sociale e comunitario del terzo settore, permette ai cittadini di concorrere a realizzare importanti obiettivi sociali. Per la presentazione del Modello 730 presso i Caf la scadenza è il 7 luglio, con possibile estensione al 23 luglio per chi lo presenta autonomamente on line o anche tramite Caf e professionisti. È sempre meglio non ridursi all’ultimo minuto, per evitare che l’eventuale rimborso slitti dalla busta paga/pensione del mese successivo. Invitiamo i circoli a stampare il volantino che trovate qui e sensibilizzare i propri soci verso questa virtuosa pratica.

L’ANPI nazionale ha indetto per il 27 maggio una giornata nazionale per l’antifascismo da celebrarsi in ogni località d’Italia per riflettere e confrontarsi su cosa vuol dire essere antifascisti oggi. Arci, avendo l'Antifascismo fra i valori fondanti, aderisce alla giornata organizzata da Anpi, Cgil, Liberi e Giusti, e invita tutti e tutte a partecipare all'incontro pubblico "IL CASO MALETTI E LA VIOLENZA DEL COLONIALISMO FASCISTA" che si terrà sabato 27 maggio alle 15.30 a Mantova, presso il Teatro delle Cappuccine di piazza S. Leonardo. Durante l'incontro verrà proiettato il docu-film “Debre Libanos” realizzato da Tv2000 e avremmo modo di riflettere e discutere su quelle drammatiche vicende assieme al prof. Egidio Lucchini, autore di importanti interventi sull’argomento pubblicati su La Gazzetta di Mantova e Luigi Benevelli, presidente dell’Anpi di Mantova. Il generale Pietro Maletti (Castiglione delle Stiviere, 1880- Sidi el Barrani, 1940) Medaglia d’oro al Valor Militare è una figura di grande rilievo della storia spesso triste e criminale del colonialismo italiano nel Ventennio fascista. L'incontro sarà inoltre occasione per ragionare sull’attualità, sulle migrazioni e sulla deriva culturale del nostro Paese sui cui pesano le amnesie sugli “italiani brava gente” e la violenza fascista in Africa.

Tornano anche quest’anno i campi e i laboratori antimafia promossi da Arci, Cgil, Spi Cgil, Flai Cgil, Rete degli studenti medi e Unione degli universitari. Sul sito www.campidellalegalita.it è già possibile iscriversi ad uno tra i circa 30 campi e laboratori “Estate in campo!” che saranno organizzati in Lombardia, Veneto, Liguria, Marche, Puglia, Campania, Calabria e Sicilia. I campi, che coinvolgono ogni anno centinaia di giovani e pensionati volontari provenienti da tutta Italia, si legano in modo indissolubile ai terreni confiscati alla criminalità organizzata. Sono una conseguenza naturale della filosofia della confisca: restituire i beni alla comunità, renderli vivi, animarli con iniziative culturali, formative e informative sulla difesa della democrazia, della legalità, della giustizia sociale, del diritto al lavoro. Una pacifica ‘occupazione’ di questi spazi, dunque, abitati dalla presenza di centinaia di persone che si spendono con impegno e dedizione per costruire comunità alternative alle mafie. Il programma alternerà decine di attività tra laboratori e campi di lavoro, da giugno fino ad ottobre: oltre alla collaborazione alle attività nei terreni e sui beni confiscati, i volontari parteciperanno a visite guidate nei luoghi simbolo della lotta alla mafia, incontri con parenti di vittime innocenti di mafia e testimoni della lotta alla mafia, attività culturali, presentazioni di libri, laboratori di danze e musica popolare. Il primo campo a partire sarà “Liberarci dalle spine” a Corleone, in Sicilia, il 13 giugno. Da quando sono iniziati, nel 2004, i campi hanno ospitato migliaia di ragazze e ragazzi (l’iscrizione è possibile anche per i minorenni), e hanno visto impegnati nel lavoro volontario anche tanti anziani, in un’ottica positiva di scambio di memoria e di rapporto intergenerazionale. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 0641609274 – FB Campi della legalità

Il circolo Arci Salarci, in collaborazione con numerosi soggetti del territorio mantovano, organizza domenica 21 maggio una "pedalata della legalità" per dire no alle mafie. Il ritrovo è previsto alle 9 in Piazzale Mondadori per partire poi alle 9.30 lungo un percorso che toccherà vari luoghi mantovani finiti sotto inchiesta giudiziaria per presunte infiltrazioni mafiose. Il tour è lungo circa 18 km ed è adatto a tutti. L'arrivo è al circolo Arci Salardi, dove sarà allestito un buffet a prezzi popolari. La partecipazione è gratuita; con un contributo volontario di almeno 5€ si avrà in omaggio un pacco di pasta di Libera Terra.

Arci, promotore della campagna "L'Italia sono anch'io", da anni si batte per il riconoscimento del diritto di cittadinanza per i cittadini stranieri nati in Italia e finchè non verrà approvata una legge di riforma della cittadinanza, continua la campagna di mobilitazione. Arci Mantova invita pertanto tutti i cittadini e cittadine a partecipare al presidio che si terrà il prossimo 16 maggio dalle 10.30 alle 12.30 davanti alla Prefettura. Il Decreto Legge Minniti-Orlando rappresenta un passo indietro sul piano dei diritti e della civiltà giuridica del nostro Paese. Attraverso un uso improprio della legislazione di urgenza, anziché intervenire sulle tante contraddizioni e i limiti dell’attuale legislazione, introduce nuove norme di discutibile efficacia, senza peraltro migliorare l’efficienza del sistema. In particolare l’abolizione del secondo grado di giudizio per il riconoscimento del diritto di asilo e la sostanziale abolizione del contraddittorio nell’unico grado di giudizio, viola il diritto di difesa di cui all’art.24 della Costituzione, e preclude la valutazione in concreto della persona del ricorrente e del suo eventuale percorso di inclusione sociale ai fini della valutazione sul rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari. Per gestire e governare in modo efficace e lungimirante il fenomeno migratorio occorrono, invece, norme che favoriscano i flussi d’ingresso e la permanenza regolare dei cittadini stranieri, contrastando così il lavoro nero e lo sfruttamento. Riteniamo inoltre non accoglibile la pretesa di ricondurre la materia del “decoro urbano” al tema della sicurezza, avallando una concezione dell’ordine pubblico che non produce vera sicurezza ma, al contrario, rischia di creare maggiore insicurezza criminalizzando la marginalità sociale, senza preoccuparsi di intervenire per combattere la povertà e la marginalità di un numero crescente di cittadini.

Si terrà sabato 13 e domenica 14 maggio, ospitata per la prima volta all’interno del quartiere fieristico di Gonzaga, la quinta edizione della Festa dei Popoli “I Colori del Mondo”. L'evento è organizzato dal Comune di Gonzaga in collaborazione con numerosi soggetti del territorio, fra cui Arci Mantova. Due giorni dedicati all’integrazione e alla conoscenza reciproca che vedranno protagoniste alcune delle comunità di origine straniera che vivono e lavorano nella provincia di Mantova, ma anche bambini e ragazzi delle scuole, in grado di dimostrare concretamente l’incontro e la fusione tra culture diverse. Tra cibo, musica, tradizioni, arte, balli, sport e racconti si scopriranno la cultura di Brasile, India, Ghana e Moldavia. Durante le due giornate, nello spazio allestito nel padiglione zero, saranno presenti stand con arte e artigianato dai diversi paesi protagonisti, stand gastronomici, il “Palazzo delle Fiabe” dove ascoltare racconti e storie dai cinque continenti, libri per scoprire le diverse culture, laboratori creativi per i più piccoli e lo stand dedicato alla Siria. Il programma dettagliato lo trovate qui.

Forse pochi sanno che uno degli ambiti di iniziativa dell'Arci riguarda la promozione di un'economia sostenibile e la salvaguardia del patrimonio ambientale e naturale. Per questo motivo vi segnaliamo l'iniziativa "Per Corti e Cascine" organizzata dal Consorzio Agrituristico Mantovano e giunta quest'anno alla sua ventesima edizione. Domenica 21 maggio dalle 9 alle 19 più di 60 aziende agricole del territorio mantovano (e non solo) apriranno le loro porte e invitano la cittadinanza a riscoprire la maestria contadina, il paesaggio rurale e le produzioni tradizionali. Si potranno visitare fattorie apistiche, caseifici familiari, agri-birrifici, cantine con degustazione e vendita di vini, aziende con piante officinali e zafferano, produzioni di mostarde contadine e olio extravergine di oliva, allevamenti di struzzi, lama, suini allo stato semibrado, capre, lumache e cavalli sferrati allevati in libertà, con possibilità di brevi passeggiate in campagna, “battesimo della sella”, conoscenza di coltivazioni biodinamiche e antiche varietà di cereali, oltre a giochi di una volta e attività in fattoria didattica, mostra di trattori d’epoca, dimostrazioni di antichi mestieri e navigazioni sul Mincio partendo dalle Grazie con Le vie dell’acqua, alla scoperta del paesaggio fluviale caratteristico. Maggiori informazioni su: www.agriturismomantova.it 

Generazione Boomerang

Mantova Jazz

Forum Terzo Settore

Campagna tesseramento 2018/2019

Sala Prove e Studio Registrazione

Scarica l'APP di Arci

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito